Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

News

Impianti di Climatizzazione

climatizzazione2

Le tipologie di impianti di climatizzazione che realizziamo sono diverse a seconda del fluido termovettore utilizzato.

Gli impianti che utilizzano come fluido termovettore l’acqua sono così distinti:

Impianti ad Aria
Impianti ad Acqua
Impianti Misti ad Aria - Acqua

Gli impianti che utilizzano come fluido termovettore il gas refrigerante (R407C, R410A, R134A) sono così distinti:

Impianti residenziali (monosplit/multisplit)
Impianti commerciali
Impianti con tecnologia a flusso di refrigerante variabile (con o senza recupero di calore)

IMPIANTI AD ARIA
Gli impianti ad aria sono dotati di una Unità di Trattamento Aria (U.T.A.), dotata o meno di recuperatore di calore, la quale tratta l’aria mediante umidificazione, riscaldamento, raffreddamento ed eventuale postriscaldamento. L’aria così condizionata viene distribuita tramite una rete di canalizzazioni (del tipo in acciaio zincato oppure con pannelli in poliuretano espanso) nei vari ambienti da climatizzare. Pertanto l'impianto a tutt’aria provvede ad annullare il carico sensibile in ogni stagione e a mantenere il giusto grado di umidità relativa. Il trattamento dell’aria può avvenire mediante batterie alimentate ad acqua oppure con batterie alimentate con gas refrigerante (R407C, R410A, R134A).

IMPIANTI AD ACQUA
Gli impianti a sola acqua sono quelli che, nel linguaggio corrente, sono chiamati anche impianti a ventilconvettori oppure a fan coil (il terminale di distribuzione può essere anche una cassetta a 4 via o un ventilconvettore canalizzabile a soffitto). Questi a loro volta possono essere realizzati a 2 oppure a 4 tubi; cioè con una sola batteria di scambio termico, utilizzata per il solo riscaldamento invernale e per il solo raffrescamento estivo, oppure con una doppia batteria, però alimentata con 4 tubi, dei quali 2 provenienti dal refrigeratore d'acqua e 2 dalla caldaia; in questo caso per la scelta del tipo di fluido (caldo o freddo), si fa uso di apposite valvole a 2 o 3 vie pilotate da termostati. Si intuisce che, con questi tipi di impianti è possibile ottenere contemporaneamente il raffreddamento ed il riscaldamento in zone ed ambienti diversi in relazione alle esigenze dei singoli locali. Gli impianti a sola acqua, in estate, come in inverno, non sono in grado di controllare il giusto grado igrometrico dell'aria.

IMPIANTI MISTI ARIA-ACQUA
Gli impianti misti aria-acqua sono una combinazione dei due precedenti.

IMPIANTI RESIDENZIALI (MONOSPLIT/MULTISPLIT)
Consentono di collegare ad una unità esterna una sola unità interna (monosplit) oppure ad una unità esterna più unità interne (multisplit)
Sono disponibili, sia solo raffreddamento che in pompa di calore. Sono installabili le seguenti tipologie:

  • nelle classiche versioni con SPLIT A PARETE, il cui elegante design si armonizza gradevolmente con qualsiasi arredamento;
  • nelle versioni a SOFFITTO/PAVIMENTO, dotati di eleganti unità interne che si adattano ad ogni ambiente, perfette sia per esigenze di condizionamento domestico che per piccole applicazioni commerciali
  • nelle versioni CANALIZZABILI, che permettono di nascondere l’unità interna attraverso opere di cartongesso, e vedere solo eleganti bocchette d’aria

IMPIANTI COMMERCIALI
Consentono di collegare ad una unità esterna una unità interna.
Sono disponibili, sia solo raffreddamento che in pompa di calore. Sono installabili le versioni PENSILI A SOFFITTO, CASSETTE PENSILI, PENSILI DA INCASSO, CANALIZZABILI DA CONTROSOFFITTO, UNITÀ A COLONNA, SPLIT A PARETE ideali per le applicazioni commerciali/industriali quindi per i negozi, le sale mostra, gli uffici, gli alberghi, i grandi spazi.

IMPIANTI CON TECNOLOGIA A FLUSSO DI REFRIGERANTE VARIABILE
Consentono di collegare ad una unità esterna più unità interne tutte o alcune contemporaneamente funzionanti. L’unità esterna adegua il suo funzionamento (e quindi il quantitativo di gas refrigerante che mette in circolazione nell’impianto) in base al numero delle unità interne che sono accese e che richiedono la climatizzazione (da qui il termine “flusso di refrigerante variabile”). Le unità esterne possono essere in versione a pompa di calore (forniscono riscaldamento o condizionamento alle unità interne) oppure in versione a recupero di calore (riescono a fornire contemporaneamente riscaldamento e climatizzazione a differenti unità interne con la medesima unità esterna). Le unità interne possono essere del tipo pensile a soffitto (4 vie e 2 vie), split a parete, ventilconvettori esterni e da incasso, canalizzabili da controsoffitto (bassa, media e alta prevalenza con possibilità di realizzare la climatizzazione degli ambienti con una rete di canali).


Alcune nostre realizzazioni:

   

Newsletter  

Iscriviti subito alla Newsletter per ricevere le nostre offerte e proposte commerciali!
Privacy e Termini di Utilizzo
   
Copyright © 2019 Fama dal 1970. Tutti i diritti riservati.