Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

News

Assistenza e Manutenzione

assistenza

La nostra azienda è specializzata non solo per l’installazione ma anche per la manutenzione degli impianti e nello specifico:

  • Manutenzione impianti termici e di riscaldamento;
  • Manutenzione impianti di condizionamento.
  • Piccole Riparazioni Edili e ripristino del Verde

 

MANUTENZIONE IMPIANTI TERMICI E DI RISCALDAMENTO

I controlli sugli impianti di riscaldamento hanno una duplice finalità: da un lato garantire una maggiore sicurezza e prevenire incidenti, dall'altro ottenere un notevole risparmio energetico (con il risultato di una bolletta meno cara). In quest'ottica, già da diversi anni lo Stato italiano ha introdotto l'obbligo per i cittadini di far effettuare un controllo dell'impianto di riscaldamento (con cadenza annuale) e un controllo dei fumi, secondo quanto stabilito da Decreto Legislativo 192/2005 e successivi aggiornamenti.

MODALITA'
Per effettuare il controllo è necessario rivolgersi ad un tecnico di fiducia il quale, alla fine del lavoro, rilascerà il "Rapporto di Controllo Tecnico", che dichiara l'avvenuta verifica dell'impianto. In base alle disposizioni di legge, il costo di queste verifiche è a carico del richiedente. Sarà lo stesso manutentore ad inviare copia del Rapporto di Controllo all'Amministrazione Comunale. Per mantenere l'impianto in regola la manutenzione deve essere affidata a ditte che siano regolarmente iscritte nel registro delle ditte, secondo i requisiti previsti dal D.M. 37/08. Il responsabile dell'impianto (chi occupa l'immobile o l'amministratore in caso di società e condomini) deve far eseguire:

  1. la manutenzione dell'impianto
  2. l'analisi del rendimento di combustione (o controllo dei fumi): secondo le periodicità stabilite dalla legge che variano in base alla potenza e della vetustà dell'impianto stesso.

Tipo di caldaia e periodicità di pulizia a prova di combustione:

  • Caldaia a combustibile solido (esempio: legna, ecc…) - indipendentemente dalla potenza: Ogni anno
  • Caldaia a combustibile liquido (esempio: GPL, gasolio, ecc…) - indipendentemente dalla potenza: Ogni anno
  • Caldaia a combustibile gassoso di potenzialità superiore o uguale a 35kW: Ogni anno
  • Caldaia di potenzialità inferiore a 35kW che prendono aria da locali abitati: Ogni due anni
  • Caldaia di potenzialità inferiore a 35kW che prendono aria dall'esterno e che siano state installate da più di 8 anni: Ogni due anni
  • Caldaia di potenzialità inferiore a 35kW che prendono aria dall'esterno e che siano state installate da meno di 8 anni: Ogni quattro anni
  • Caldaie in centrale termica, con potenza totale superiore a 350 kW Prova di combustione: 2 volte l'anno (1 alla metà dell'anno termico) - (Allegato L, art.3)

CONSIGLI UTILI

  • In inverno, mantenere il riscaldamento a 20°C di giorno e 16°C di notte.
  • Tenere le porte chiuse, per evitare che il calore si propaghi in ambienti che non è necessario riscaldare.
  • In estate, regolare il condizionatore sul consumo energetico ottimale (25°C o non più di 8°Cmeno della temperatura esterna) e comunque accenderlo solo se necessario.
  • Mantenere il ventilatore a basse velocità: la quantità di aria trattata è minore e quindi viene meglio raffreddata e soprattutto maggiormente deumidificata, con conseguente maggiore sensazione di benessere.
  • Scegliere elettrodomestici provvisti di "etichetta energetica", che denota un basso consumo dell'apparecchio (contrassegnato dalle lettere A o B).
  • Preferire elettrodomestici provvisti del marchio di qualità ecologica certificata come "Ecolabel UE" o provenienti da aziende eco-certificate (marchio EMAS UE).
  • Ogni volta che è possibile, privilegiare la luce solare a quella elettrica.
  • Utilizzare lampade a risparmio energetico perché, anche se inizialmente hanno un costo superiore, nel tempo e a parità di luce, consentono il risparmio di energia e denaro.
  • La funzione "stand-by" degli elettrodomestici riduce, ma non annulla, il consumo di energia, pertanto è opportuno spegnerli, quando non vengono utilizzati.
  • Saper sfruttare gli apporti gratuiti di energia (sole attraverso le finestre, elettrodomestici in funzione ecc.), abbassando la temperatura dei termosifoni o usando le valvole termostatiche, le quali permettono fino al 20% di risparmio energetico.

MANUTENZIONE IMPIANTI CONDIZIONAMENTO

La Manutenzione di un Climatizzatore o di un Impianto realizzato adhoc è una cosa seria, perchè può pregiudicare la vita di funzionamento dell’impianto stesso e delle macchine. La corretta manutenzione degli impianti di condizionamento è un’attività molto delicata, che deve rispettare particolari standard qualitativi.
Inoltre, non effettuare la manutenzione prima del passaggio stagionale può creare problemi alla salute. L’Organizzazione mondiale della Sanità ha stimato che circa il 30% degli impianti di condizionamento dell’aria sia affetto da problemi tali da creare disturbi alla salute delle persone che vivono all’interno degli ambienti climatizzati. Questo avviene perchè non viene effettuata una adeguata manutenzione degli impianti di condizionamento.
Per una corretta manutenzione degli impianti di condizionamento all’interno di un’abitazione, di un’ufficio o altro ambiente andrebbero eseguite le seguenti attività:

  • Controllo strutturale unità esterna
  • Pulizia e lavaggio batteria esterna/interna
  • Controllo livello carica refrigerante ed eventuale rabbocco
  • Verifica funzionalità motoventilatori
  • Verifica funzionalità compressore
  • Controllo pressione circuito frigorifero
  • Controllo, pulizia e lavaggio filtri unità interna (a richiesta sostituzione – filtri carbone attivi)
  • Controllo visivo dello status dei pannelli comando
  • Verifica connessioni circuito frigorifero
  • Assistenza al passaggio estate/inverno sull’impianto
  • Controllo Uta ed estrattori aria se presenti

Scarica il documento “Linee Giuda per la Manutenzione dell’impianto di Climatizzazione” Rilasciato dal Ministero della Salute, dove vengono definite le linee guida da seguire per effettuare una buona manutenzione dell’impianto.

   

Newsletter  

Iscriviti subito alla Newsletter per ricevere le nostre offerte e proposte commerciali!
Privacy e Termini di Utilizzo
   
Copyright © 2019 Fama dal 1970. Tutti i diritti riservati.